Riattivazione dell’esercizio sulla tratta Archi – Castel di Sangro: Assegnazione bando di gara 256/2010

Posted on 4 settembre 2012

8



Si dice che la speranza sia l’ultima a morire, e di speranze sulla riattivazione della tratta Archi – Castel di Sangro ne abbiamo espresse parecchie su queste pagine.
Sono movimenti quasi impercettibili, ma ci sono. Finalmente infatti è finalmente l’assegnazione del bando 256/2010, di cui avevamo parlato in questo articolo risalente ormai al dicembre del 2010, in data 29/08/2012.
Il Bando non era relativo esclusivamente alla tratta sopra citata ma anche ad altre appartenenti il tracciato storico della Ferrovia Sangritana.

Certo che considerando la scadenza del bando al fissata a suo tempo al giorno 8 Febbraio 2011, ci sono voluti un anno e mezzo per valutare le due sole proposte arrivate nella sede di Via Dalmazia. Speriamo dopo questo lungo periodo di analisi e riflessioni le scelte siano state più che oculate.

Il bando è stato vinto da un Raggruppamento Temporaneo di Imprese, di cui la capofila è SALCEF S.p.A, insieme a ARMAFER e GLOBALFER S.p.A. Il prezzo di aggiudicazione è stato di 37,8 M€ rispetto ai 38,6 M€ della base d’asta. Ricordo infatti che si trattava di una gara al ribasso.
SALCEF S.p.A. è la stessa azienda che ha vinto la gara per l’unificazione delle stazioni RFI e FAS di Castel di Sangro.

Purtroppo ad oggi non è prevista ancora la data di inizio lavori, e ricordiamo che a partire da quella, sono comunque a disposizione dell’azienda aggiudicataria circa 4 anni per l’espletamento degli interventi previsti nel bando.

Come al solito aspettiamo fiduciosi in attesa della definitiva riattivazione di questa meravigliosa ferrovia!

Advertisements