Sangritana: Nuova Manifestazione di Interesse per la Sulmona-Carpinone!

Posted on 2 maggio 2012

3



Negli ultimi giorni di Aprile la Sangritana ha nuovamente manifestato l’interesse allo sfruttamento della tratta Sulmona-Carpinone. Ciò in concomitanza con la consegna del treno “Aquilotto”, revamping della prima (ALn776.053) delle cinque ALn776 ex Ferrovia Centrale Umbra.

Presentazione Aquilotto (ALn776.053 ex FCU) presso di deposito di Lanciano. Sullo sfondo di vede un complesso ex-Belga Orsetto.

Su molta parte della stampa locale si sono sprecati fiumi di inchiostro sul rilancio di questa tratta con la spinta della Sangritana, ma sinceramente mi vedo costretto a tenere i piedi per terra. Ad ogni modo analizziamo con calma quanto detto finora.

Durante la conferenza, a cui hanno partecipato l’Assessore Morra e Il Presidente Di Nardo, principalmente si è parlato di un rilancio della linea di tipo turistico, estendendo il concetto del Treno della Valle, tramite il “Treno dei Parchi”.  A tal fine l’attuale parco mezzi, 5 ALn (3 bi-cabina e 2 mono-cabina), sarebbe già sovradimensionato considerato il fatto che 3 automotrici (circa 230 posti a sedere) potrebbero essere più che sufficienti e si avrebbero ben due automotrici di scorta. A titolo di esempio il prossimo Treno Speciale, del 27 Maggio 2012, organizzato da Le Rotaie Molise e dal Rotary Club di Isernia e Agnone sarà espletato con una tripla di ALn663.
Speriamo che si possa partire presto almeno con questa iniziativa e operando insieme con le associazioni molisane sopracitate. La valorizzazione turistica è un motore per la povera economia delle nostre zone e che si possa arrivare ad uno sfruttamento dell’attività simile a quello già presente su altre ferrovie turistiche italiane come la Ferrovia Basso Sebino, la Siena-Asciano-Monte Antico, etc.

A valle dell’iniziativa turistica si è parlato invece di un servizio commerciale 365 giorni l’anno. Innanzitutto vi rimando ad un articolo scritto ormai nel lontano Ottobre 2010 riguardo alla possibile presa in carico da parte di Sangritana dei servizi effettuati allora da Trenitalia, in cui sostanzialmente esponevo i miei dubbi tecnici.
La proposta avanzata oggi, però, è leggermente diversa dalla precedente offerta Trenitalia e prevede un servizio su 4 coppie di treni con due convogli impegnati contemporaneamente sulla linea con incroci presso Castel di Sangro o altre stazioni intermedie. Questo utilizzo è già molto al limite, ma attuabile, per la quantità di mezzi a disposizione dell’operatore regionale abruzzese. Infatti considerando l’effettuazione dei treni in doppia trazione si avrebbero 4 automotrici in servizio e una di scorta. Ovviamente bisognerà comunque attendere la riqualificazione di tutti i mezzi, attualmente è in officina la ALn776.053, che devono obbligatoriamente essere provvisti di SCMT e SSC.
Tecnicamente quindi non ci sono problematiche sui mezzi, che già oltretutto hanno effettuato la conoscenza linea negli scorsi anni.
Su questo tema i bastoni tra le ruote le mette direttamente la legge in quanto non è ancora attivo il contratto di servizio con Trenitalia e che sotto la ripresa del pagamento del compenso pattuito potrebbe far tornare fin da oggi i treni a circolare sulla tratta. Ricordo infatti che la soppressione dei treni dal 12 Dicembre 2011 è stata richiesta dalla Regione Abruzzo tramite l’Assessore Morra sbandierando il risparmio di 900.ooo euro e non da Trenitalia.
Inoltre non è possibile effettuare l’affidamento diretto da parte della Regione alla Sangritana per i servizi commerciali, si deve infatti ricorrere alla gara pubblica come ricorda anche Trenitalia in questo comunicato relativo proprio alla tratta Sulmona-Carpinone.

Per approfondire qui trovate un video su quanto annunciato e presentato.

Per il resto non ci rimane che rimanere in attesa e vedere cosa si realizzerà di quanto proposto. Intanto vi ricordo di sostenere ognuno secondo le proprie possibilità le iniziative che arrivano costantemente dalle associazioni molisane e fare quanta più pressione sulle amministrazioni locali.

Advertisements