Nuovo servizio Vasto San Vito – Bologna: pensare oltre… Una vera offerta di qualità IC.

Posted on 30 settembre 2010

2



Vorrei proporvi un nuovo confronto tra la scelta effettuata (Minuetto) e materiale dotato di sistema di Pendolamento o Tilting (Etr600 o ICE T). Già perché solo con un materiale del genere si potrebbe davvero offrire alla clientela un servizio di classe IC. Quindi una differenziazione reale tra le classi e la possibilità di dare alla clientela dei servizi di bordo fruibili. L’ipotesi potrebbe essere plausibile perché i treni che citavo all’inizio possono essere offerti anche con composizioni ridotte da 4 o 5 pezzi (in passato ricordiamo il pendolino sloveno ETR310 composto da soli 3 elementi) in base alle esigenze delle società ferroviarie, con una notevole riduzione del costo di acquisto, che ricordo si aggira sui 20M€ per la versione a 7 pezzi del ETR600 o ETR610.

Un Etr600 a Venezia S.L. - 29/08/2010 by Cpt Luca - TrainZItaliaFoto

Va sottolineato inoltre che solo l’uso di questa tipologia di convogli, che sono stati utilizzati per alcuni periodi sulla linea Adriatica, consente, visto la mancanza di progetti di velocizzazione da parte di RFI, una netta riduzione delle percorrenze.

Riporto qui sotto i dati desunti dai Fogli Linea RFI (vedi disposizioni compartimentali) delle varie tratte interessate dal servizio Sangritana evidenziando i tratti in cui il Minuetto non potendo circolare in rango P perderebbe terreno nei confronti di un treno dotato del sistema Tilting. Considerando che oltretutto un elettrotreno per servizi ad alta velocità ha maggiori doti di accelerazione rispetto al Minuetto.

Tratta Bologna – Rimini (FL 84):

Km Totali: 111,04
Km con velocità inferiori a o pari a 160 km/h:  62,68
Km con velocità superiori a 160 km/h: 48,36 (180)
Tempo di percorrenza aggiuntivo: 2:01 min.

Km con velocità superiori per rango P rispetto al Rango C: 3,04 (135 -> 140, +5 km/h)
Tempo di percorrenza aggiuntivo senza Pendolamento: 0:03 min.

Tempo totale di percorrenza aggiuntivo: 2:04 min.

Tratta Rimini – Ancona (FL 102):

Km Totali: 92,96
Km con velocità inferiori a o pari a 160 km/h:  31,64
Km con velocità superiori a 160 km/h: 15,32 (170) + 46,00 (180)
Tempo di percorrenza aggiuntivo:  2:16 min.

Km con velocità superiori per rango P rispetto al Rango C: 15,00 (170 -> 180, +10 km/h), 3,00 (165 -> 180, +15 km/h), 15,00 (110 -> 130, +20 km/h)
Tempo di percorrenza aggiuntivo senza Pendolamento:  1:39 min.

Tempo totale di percorrenza aggiuntivo: 3:55 min.

Tratta Ancona – Pescara (FL 103):

Km Totali: 145,97
Km con velocità inferiori a o pari a 160 km/h:  31,64
Km con velocità superiori a 160 km/h: 14,19 (170) + 23,00 (180)
Tempo di percorrenza aggiuntivo: 1:16 min.

Km con velocità superiori per rango P rispetto al Rango C: 105,98 (velocità fino a +25 km/h)
Tempo di percorrenza aggiuntivo senza Pendolamento:  4:07 min.

Tempo totale di percorrenza aggiuntivo: 5:23 min.

Tratta Pescara – Vasto San Salvo (FL 104):

Km Totali: 66,43
Km con velocità inferiori a o pari a 160 km/h:  66,43
Tempo di percorrenza aggiuntivo: 0:00 min.

Km con velocità superiori per rango P rispetto al Rango C: 14,81 (velocità fino a +20 km/h)
Tempo di percorrenza aggiuntivo senza Pendolamento:  0:46 min.

Tempo totale di percorrenza aggiuntivo: 0:46 min.

Il totale del tempo recuperabile da treno dotato di sistema Tilting potrebbe essere di almeno 12:08 min. In questo modo si potrebbe abbassare ben sotto le 4 ore il tempo di percorrenza da Bologna a Vasto San Salvo oltre ad avere l’occasione di poter usare in futuro, visto la possibilità di utilizzo delle linee AV, di arrivare fino a Milano con solo 65-70 minuti di percorrenza. Questo consentirebbe di poter offrire un collegamento tra Milano e Pescara in poco più di 4 ore senza dover effettuare un cambio treno nella stazione di Bologna Centrale. Infatti non è presente attualmente nessun collegamento Trenitalia diretto da Milano verso la direttrice Adriatica che sfrutti la linea AV Milano-Bologna. Ricordo che il Freccia Bianca che mette in collegamento diretto Milano con Pescara impiega 5 ore e 14 minuti.
In più nel caso di un interesse per le relazioni verso la Puglia il servizio potrebbe essere esteso anche fino a Bari con una percorrenza Pescara Bari intorno alle 2 ore e 30 min. Ciò consentirebbe di offrire un servizio completo sulla direttrice Adriatica dando la possibilità di spostarsi da Milano a Bari (ricordo che su questa relazione circolava il mitico TEE 86 Adriatico) in 6 ore e 30 minuti contro l’attuale offerta TI di ben 8 ore con il Freccia Bianca o le oltre 7 ore con il Freccia Rossa con cambio a Roma Termini.

Altri servizi potrebbero essere effettuati sempre con lo stesso materiale per ridurre i tempi di percorrenza tra Pescara e Roma, se la linea permettesse la circolazione al Rango P. Consideriamo che ad oggi la più veloce relazione tra la capitale e l’Adriatico impiega 3 ore e 52 minuti per percorrere i 239,6 km tra le due città ad una velocità commerciale di appena 62 km/h. Ma di questo magari parleremo più avanti, a seconda degli input che riceveremo da Sangritana.

Certo l’esborso sarebbe comunque notevole però ci sarebbe un grande ritorno di immagine, e molti pendolati dell’Adriatica non vedono l’ora di avere un’alternativa a TI. Oltretutto non è detto che Sangritana dovrebbe fare tutto da sola. Uno dei suoi partner per il settore Merci è Nord Cargo la cui controparte per il trasporto Passeggeri offre congiuntamente a DB e OBB i servizi IC/EC verso Austria e Germania dall’Italia. Da soli è difficile, ma insieme si può fare di più!

Annunci