Il Treno Storico FAS: Una occasione, per ora, persa…

Posted on 23 settembre 2010

2



Visto il grande successo de “Il Treno della Valle”, la lungimirante amministrazione della Sangritana, pensa che l’incremento turistico sarebbe stato maggiore se i servizi venissero effettuati con una composizione affidata ad una locomotiva a vapore.

Con questo scopo, nel 1996, viene acquistato un treno d’epoca formato da una locomotiva a vapore e da due carrozze a due assi. Si tratta di una locotender T3, costruita da Henschel & Sohn nel 1914, già di proprietà della Ferrovia Alta Valtellina presso la quale ha prestato servizio fino al 1965 con la matricola n.6 ed il nome di “Valtellina”, mentre le due carrozze, sempre della Ferrovia Alta Valtellina sono di costruzione ungherese del 1901.
Nel 1989 tale materiale era stato trasferito da Tirano a Foligno, presso le locali Officine Grandi Riparazioni, per essere ristrutturato in occasione del 150° anniversario dell’apertura della prima ferrovia in Italia (Napoli-Portici 3 Ottobre 1839), ma il progetto fuma e il convoglio rimane nei capannoni foliganti fino all’acquisto da parte della Sangritana.

La Sangritana a questo punto trasferisce il convoglio da Foligno a Castel di Sangro, via Terni-Rieti-Sulmona, dove viene ricoverato all’interno della rimessa. Intanto si iniziano a prendere contatti con riparatori nazionali e internazionali (Officina DB di Meiningen) per il recupero funzionale dei rotabili. Un tecnico tedesco viene inviato per effettuare una visita tecnica dei mezzi che, nonostante il lungo periodo di inattività, vengono giudicati in buone condizioni. Purtroppo a causa di problematiche burocratiche i lavori non furono mai affidati e furono eseguiti solo piccole riparazioni sulle due carrozze dalle maestranze del deposito di Lanciano.

Durante il 1996 il convoglio, nonostante le cattive condizioni tecniche ed estetiche, esce due volte dalla rimessa di Castel di Sangro, per essere esposto nel piazzale di Lanciano per due manifestazioni tenutesi nella seconda metà dell’anno.

Il treno storico FAS nella rimessa di Castel di Sangro - 01/08/2003 by Wsc

Una delle carrozze del treno storico FAS nella rimessa di Castel di Sangro - 01/08/2003 by Wsc

Il convoglio è rimasto nella rimessa di Castel di Sangro fino al 09/04/2004 quando è stato organizzato un invio verso il deposito di Lanciano. Il treno era composto da due ALe TIBB (ALe 10 e ALe 6) con intercalati la T3 e le due carrozze.

Il treno di trasferimento del convoglio storico in arrivo a Villa Santa Maria - 09/04/2004 by Wsc

Il treno di trasferimento del convoglio storico effettua una sosta tecnica a Villa Santa Maria - 09/04/2004 by Wsc

Ad oggi il treno storico non è più uscito dal deposito di Lanciano. Inoltre non sembra ci siano state richieste per la sua rimessa in funzione. Un vero peccato che questa idea non si sia concretizzata vedendo invece quanto pubblico riescono ad attirare la T3 del Museo Ferroviario Piemontese e la locomotiva n.7 CCFR delle FER. La speranza è quella di vedere sbuffare questa piccola locotender lungo la Val di Sangro, appena sia lei sia la linea verranno recuperate, trasformando un’occasione persa, finalmente, in un grande successo!

Annunci