Unificazione Stazione RFI – FAS Castel di Sangro

Posted on 21 settembre 2010

4



Oggi vorrei iniziare ad introdurre una parte del punto 2 del precedente articolo, ovvero, l’unificazione delle stazioni RFI e FAS di Castel di Sangro.

Fortunatamente il sito della Sangritana è abbastanza prodigo di informazioni e qui potete trovare tutte le informazioni relativamente a questa gara identificata come Gara 250/10 – Appalto integrato Castel di Sangro.
In questa sezione potete trovare la documentazione relativa a tutti planimetrie, preventivi di spesa, relazioni tecniche di vario genere e documenti per le aziende che intendono aderire alla gara.
Il mio consiglio scremando un po’ i documenti (sono circa 40) è quello di visionarne solo 4:

  1. Relazione Tecnica
  2. Tracciamento Binario Esistente
  3. Profilo longitudinale
  4. Planimetria particolareggiata area urbana

La modifica interesserà l’attuale tracciato dalla progressiva chilometrica 98+463 per una lunghezza di 3.745,00 ml. Per i primi 2.484,00 ml si provvederà solamente al rinnovamento dell’armamento e al rifacimento della linea TE, oltre all’elevazione del raggio minimo dell curva ad almeno 150 m per le situazioni preesistenti inferiori a questo valore. In realtà le opere civili più importanti di modifica al tracciato inizieranno solo alla progressiva 100+947, con l’abbassamento dell’attuale piano del ferro per 622,00 ml in modo da avere come risultanza una livelletta di circa il 21 per mille in discesa. Successivamente la sede ferroviaria verrà completamente interrata tramite uno scatolare in CA per una estesa di 550,00 ml (livelletta in discesa del 9,25 per mille), che consentirà di sottopassare anche la strada provinciale Frentana. A questo punto con una curva (84 ml) di raggio pari a 190 m ed una pendenza pari al 22,5 per mille la linea si innesterà su rete RFI (velocità massima di 30 Km/h in ingresso alla stazione di Castel di Sangro).

Per quanto riguarda l’armamento verranno sostituite le rotaie Tipo 27,6 Vignole su traverse in legno con rotaie UNI 50 e traverse in CAP monoblocco tipo FS V35 con attacco del tipo elastico (Vossloh W14).
La linea aerea verrà uniformata come caratteristiche alle altre tratte soggette ad ammodernamento con sezione del rame pari a 320 mm2.

L’importo ipotizzato per l’esecuzione di tutti i lavori e pari a poco più di 11M€.

Purtroppo il sito di Sangritana oltre ad essere pieno di risorse, rimane però per molto tempo senza aggiornamenti. La scadenza per la presentazione delle offerte era alle ore 13.00 del 21/05/2010, con successiva seduta pubblica per apertura plichi ore 10.00 del 27/05/2010. Purtroppo non ci sono informazioni su come si sia conclusa l’apertura delle buste, e dal sito la gara sembra ancora aperta.
Non ci resta che provare a contattare direttamente la Sangritana per avere qualche informazione. Vi aggiornerò in caso di risposte.

A riguardo dell’argomento e volendo avere una visione completa sulle opinioni di tutti, vi segnalo la lettera aperta inviata a Eco del Sangro dal sig. Valter Buzzelli, ex Capo-Stazione ora in pensione. La trovate al questo link.

Spero di essere stato abbastanza esauriente.
Alla prossima.

Annunci